Liquore di liquirizia: ricetta, benefici e curiosità

Liquore di liquirizia: ricetta, benefici e curiositàSapevate che il liquore di liquirizia era già conosciuto nel medioevo? Se ne componevano addirittura degli stornelli, paragonandolo all’amore in quanto anch’esso dolce.

Il nome glycyrrhiza difatti viene dal greco glucos (dolce) e riza (radice). Pensate che è cinquanta volte più dolce dello zucchero!

Prima che noi ne scoprissimo i benefici, questi erano già noti ai medici greci che la utilizzavano per curare problemi epatici, gastriti, coliche renali e tosse. Era considerata anche un buon dissetante e cicatrizzante.

Inizialmente era venduta solo in farmacia ed ad un costo molto elevato, le famose Pasticche del Re Sole, negli anni ’30 grazie alla Golia è stata commercializzata e poi negli anni ’50 sponsorizzata come rimedio antifumo.

Le poche fabbriche artigianali rimaste si trovano in Calabria

Liquore di liquirizia: ricetta

  • 200 grammi di liquirizia in pezzetti
  • 1 litro di acqua
  • 750 grammi di zucchero
  • 600 ml di alcool a 95°

Liquore di liquirizia: ricetta, benefici e curiositàPer fare il liquore di liquirizia occorre versare mezzo litro d’acqua in una piccola pentola e l’altra metà in un altro.

Nel primo pentolino si versa la liquirizia sminuzzata, che deve sciogliere a fuoco basso, e nel secondo pentolino lo zucchero che deve anch’esso sciogliere piano ed esser mescolato di continuo.

Quando la liquirizia è sciolta, toglierla dal fuoco e farla freddare. Idem per lo zucchero.

Una volta che entrambi sono freddi unirli, mescolare e versare il tutto in una bottiglia da 2 litri. Aggiungere l’alcool e mescolare di nuovo. Porre la bottiglia in un luogo buio e asciutto. Scuotere di tanto in tanto. Dopo un mese è pronto.

Liquore di liquirizia: quali sono i benefici

Naturalmente va da sé che si traggono maggior benefici dal consumo di liquirizia fresca che non dal liquore alla liquirizia, che invece va assunto con cautela (onde evitare sbronze). Il liquore risulta esser rinfrescante ed un buon digestivo; la liquirizia è ricca di minerali e vitamine, contiene inoltre: acido glabrico, glicirizzina, triterpeni, saponine, tannini, acido malico, mannite, cumarine, stiroli, circa 30 tra flavonoidi e isoflavonoidi, carotenoidi, flavonoli, colina, betaina, ed altre sostanze amare.

Fra le sue proprietà vi sono: lenire la tosse, espettorante, digestiva, leggermente lassativa ed è l’ideale per chi soffre di pressione bassa.

E’ meglio non assumerne in quantità esagerate, idem per il liquore di liquirizia, perché può provocare mal di testa e se si soffre di pressione alta o si hanno problemi ai reni.

Autore: Coltello e Forchetta

Condividi sui Social!

Lascia un Commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *